Le diete: dal nutrizionista o "fai da te"? - di Eleonora Cassanmagnago

La dieta è l’argomento principale nel periodo pre-estivo perché molti cercano di perdere peso per la prova costume. In questi periodi si diffonde molto da dieta “fai da te”. Molte persone decidono di dare un taglio drastico con il cibo spesso sbagliando, difatti le persone tendono ad eliminare carne e pasta senza nemmeno sapere ciò di cui il corpo ha bisogno. Inoltre ci sono molti siti internet e riviste che ne approfittano e riempiono di consigli alimentari e diete che promettono di perdere parecchi chili in poco tempo. Spesso però si tratta di diete che non funzionano o che funzionano solo temporaneamente. Le diete “fai da te”, sono seguite da chi vuole ottenere risultati in poco tempo, ma non sono diete indicate e sono anzi da evitare. Provocano una perdita di peso e di massa muscolare senza ridurre la massa grassa. In questo modo creano l’illusione di una perdita di peso che però non corrisponde ad un’adeguata tonificazione muscolare che è ciò che fa sembrare il corpo asciutto e snello. Perciò è sempre meglio farsi visitare da un medico specialista che dopo una dettagliata visita potrà consigliare la dieta corretta e personalizzata. Le diete preparate dal dietologo sono quindi le più sicure ed equilibrate; quelle “fai da te”, sono troppo generiche per essere equilibrate; spesso non forniscono tutti i principi nutritivi necessari al corpo umano. Inoltre ci sono anche persone che senza consultare ne medici ne siti internet, si inventano una dieta personalizzata che, spesso risulta essere scorretta . Esistono infatti numerosi fattori di cui tenere conto. Naturalmente oltre alla dieta è necessario molto esercizio fisico per avere ottimi risultati. In conclusione, le diete “fai da te” sono da evitare perché: non equilibrate, non danno risultati sperati e provocano danni alla salute.                                        
Io penso che se una persona necessita di fare una dieta deve consultare un nutrizionista il quale consiglierà l’alimentazione più salutare e adatta. Sarebbe meglio non averne bisogno e per fare ciò basterebbe limitarsi nelle quantità di cibo. Il cibo non deve diventare una dipendenza ma il mezzo tramite il quale ci nutriamo per avere le energie fondamentali per la vita di tutti i giorni. Alcune persone però hanno la sfortuna di avere un metabolismo lento perciò saranno più inclini a soffrire di sovrappeso e quindi probabilmente soggette a diete. Tutto ciò però non deve allarmare perché al giorno d’oggi vi sono molte soluzioni.
Eleonora Cassanmagnago 2^F

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Femminicidio - tema svolto di Eleonora Cassanmagnago 2^F

Cyberbullsimo - tema svolto di Benedetta Troni 1° F

Tema sull'adolescenza - Benedetta Di Cesare 2^F