“Invisible monsters” di Chuck Palahniuk - Giulia Corsaro

Il libro di cui voglio parlare si chiama: “Invisible monsters” , scritto da Chuck Palahniuk.
È un tipo di libro di genere narrativo-horror parla di  Shannon McFarland, splendida top model, che dalla vita ha avuto tutto quello che si può desiderare: l'amore, la carriera, un'amicizia sincera. La sua esistenza viene però sconvolta quando, mentre sta guidando la sua auto, una misteriosa fucilata la raggiunge al volto, lasciandola orrendamente sfigurata e incapace di parlare. E da affascinante centro di attrazione Shannon si ritrova a essere un mostro invisibile, evitato da tutti, tradita dal fidanzato Manus e dall'amica del cuore, Evie. Ma tutto cambia quando in ospedale Shannon fa conoscenza con la Principessa Brandy Alexander, cui manca ancora solo un intervento chirurgico per diventare una vera donna. Brandy non solo la trascinerà in un viaggio delirante con il proposito di aiutarla a vendicarsi di Evie e di Manus, ma soprattutto le spiegherà come reinventare se stessa. E le insegnerà che niente e nessuno è mai quello che sembra a prima vista...
Tutta la storia viene raccontata attraverso una serie di flash che raccontano la vita della protagonista, ex modella e voce narrante, la cui esistenza cambia a seguito di un incidente; tanti flash come tante le foto scattate e le pose assunte da Shannon nel corso del suo lavoro. In un viaggio allucinante che sembra non aver fine, tra una sottrazione di medicinali e una ricostruzione chirurgica, un cambio di sesso e un tradimento, una violenza, un tentativo di vendetta e un ricordo d'infanzia, gli eventi si susseguono senza sosta e, flash dopo flash, la trama cambia continuamente, fino a giungere ad un epilogo davvero inaspettato. Le ultime pagine mostrano, infatti, il ritratto di una donna pronta a tutto pur di sottrarsi ad una vita fatta solo di apparenze. Ed è proprio questo il motivo per il quale ho scelto questo libro,perché mi sono resa conto che tutta la nostra vita ormai gira intorno ad un enorme sfilata di sorrisi finti e apparenze sbagliate,per prima cosa mi sono accorta di quanto il condizionamento esterno delle persone mi avesse,pur non pensandolo colpita, perché effettivamente io non avevo mai sentito nominare l’autore di questo libro e fu solo per l’immagine in copertina che mi avvicinai allo scaffale in libreria per analizzarlo meglio. In primo piano c’era un viso coperto di bende con un bellissimo occhio di donna di colr azzurro,molto truccato,subito pensai che appartenesse a una ragazza meravigliosa e capi che effettivamente la bellezza,soprattutto in una società competitiva come oggi,serve,è necessaria,sembra quasi che senza di essa tu sia davvero un mostro invisibile,ed è questo quello che lo scrittore vuole dire,è questo il messaggio che io ho interpretato,che oggi nella nostra società truccata e abbellita da ballerine e modelle non c’è più spazio per le persone vere,non c’è spazio per chi non ha un aspetto conforme agli standard della popolazione. Ma è qui che sbagliamo tutti,non riusciamo più a riconoscere una cosa vera da una finta ed è per questo che spesso solo chi vive emarginato dagli altri è capace di vedere oltre gli strati di finzione  che siamo abituati a spacciare per noi stessi. La dura realtà è che ormai viviamo in un mondo che neanche  un specchio cristallino riuscirebbe a riflettere.

                                                                               Corsaro Giulia

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Femminicidio - tema svolto di Eleonora Cassanmagnago 2^F

Cyberbullsimo - tema svolto di Benedetta Troni 1° F

Tema sull'adolescenza - Benedetta Di Cesare 2^F